1 settembre 2017

 

Per molti di noi lunedì prossimo inizia un nuovo ciclo di lavoro dopo la pausa estiva.

In queste ultime settimane, preparando la “due giorni” a Piedicavallo (BI) del 2 e 3 settembre, ho avuto l’occasione di riflettere sul rapporto umano che siamo chiamati ad avere; dobbiamo sempre ricordarci che tutti noi possiamo creare uno stato di pace attraverso i nostri rapporti sociali, di famiglia, di lavoro, di riposo e di vita. La pace non è solo quella alla fine di una guerra: ciascuno di noi può creare le condizioni che invitino a guardarci negli occhi e comprendere di aver ricevuto doni meravigliosi da Dio

Cosa c’è di più bello e di più pacifico di un incontro?

E’ un’esperienza che possiamo vivere ogni giorno e molte volte al giorno.

Da queste convinzioni deve nascere la forza di contribuire a costruire o a ricostruire la pace che i militari italiani o di altre nazioni difendono attraverso la loro presenza ma, direi soprattutto, con un dialogo costante con le comunità presenti nelle loro zone di intervento.

Ilario Bortolan