Chi siamo

L’ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE REGINA ELENA ONLUS

Creata in Francia il 28 novembre 1985,  è presente, con propri volontari, iscritti e delegati, in 56 Stati, l’Association Internationale Reine Hélène (AIRH) riunisce persone di ogni estrazione sociale per attività di carattere spirituale, caritatevole e culturale.

L’Associazione s’ispira all’esempio di Elena del Montenegro, che ricevette la Rosa d’oro della Cristianità da Papa Pio XI e passò alla storia anche come “Regina della Carità” e il cui motto è “SERVIRE”.

L’AIRH, fedele a Santa Romana Chiesa è d’ispirazione cristiana, ma dialoga con le altre confessioni religiose. Essa è apolitica e apartitica e le sue spese di amministrazione e di gestione sono inferiori allo 0,5 per cento del valore dei beni distribuiti.
Dal 1990 si è sviluppata anche in Italia, con la denominazione di Associazione Internazionale Regina Elena Onlus dal 2000; dal marzo 1998 ha la propria sede nazionale a Modena.

Tra le attività realizzate: la costruzione di una necropoli per duemila indigenti in Francia, l’organizzazione nell’anno del Gran Giubileo di pellegrinaggi e la donazione di una vetrata artistica antica, raffigurante San Rocco, al Santuario che conserva le sue reliquie a Montpellier (Francia) in occasione del 650° anniversario della nascita del Santo. Per la XII, XV e XX “Giornata mondiale della gioventù” ha contribuito ad accogliere centinaia di giovani dell’Europa centrale e orientale e di altri continenti.

Presieduta a livello internazionale da S.A.R. il Principe Sergio di Jugoslavia, dal 2014 la delegazione italiana è affidata al Presidente Ilario Bortolan. Presente con proprie delegazioni in Italia, vede a Palmanova la sede della Delegazione Nazionale alla Protezione Civile e aiuti umanitari.

L’Associazione si prefigge anche il compito di operare per la preservazione di patrimoni storici, morali e culturali, restaurando: la cappella della Beata Vergine del Santo Rosario e l’antica statua di San Giuseppe nella Cattedrale di Alessandria, il monumento ai caduti della Grande Guerra ad Acqui Terme, i monumenti a Re Vittorio Emanuele II ad Acqui Terme e Modena e altri ancora.

Le raccolte di aiuti umanitari oltre ad essere distribuiti direttamente a realtà disagiate su tutto il territorio nazionale, dal 1997 grazie alla collaborazione che si è instaurata con le Forze Armate Italiane, si è contribuito all’invio di aiuti in: Afghanistan, Albania, Bosnia, Iraq, Kosovo, Libano.
Importanti interventi sono stati realizzati grazie ai rapporti diretti con gli Istituti religiosi, in Italia e all’estero. Le attività spirituali, caritatevoli e culturali sono state svolte con: agenzie dell’ONU, gli Ordini Cavallereschi, l’Ordine Patriarcale di Sant’Ignazio di Antiochia, Lions Club e Rotary Club.

L’Associazione organizza attività culturali tra cui le Tavole Rotonde internazionali sulla Pace, alle quali hanno partecipato come relatori esponenti del mondo accademico, militare e giornalistico italiano nonché rappresentanti dei più prestigiosi Ordini Cavallereschi.
Volendone nominare solo alcuni ricordiamo: S.E.R. Monsignor Jules Mikhael Al Jamil, Procuratore Patriarcale presso la Santa Sede e Visitatore Apostolico nell’Europa Occidentale della Chiesa di Antiochia dei Siri; i Generali di Corpo d’Armata Mario Prato e Carlo Cabigiosu, il Marchese Fausto Solaro del Borgo Vice Presidente del Consiglio di Governo del Sovrano Militare Ordine di Malta, Toni Capuozzo vice direttore del TG5, il Senatore Mauro Del Vecchio, S.E.R. Monsignor Giovanni Giudici Vescovo di Pavia, l’Onorevole Gianni de Michelis.

L’Associazione conferisce dal 1985, al massimo cinque volte all’anno, la “Medaglia della Carità” che si articola in quattro categorie: argento e bronzo, internazionale e italiana. Fra gli insigniti a livello nazionale vi è: alla memoria, il Servo di Dio M.O.V.M. Salvo D’Acquisto, il Corpo Militare del Sovrano Militare Ordine di Malta, la Croce Rossa Italiana, il Reggimento Artiglieri a cavallo “Voloire”, il Reggimento Genova Cavalleria (4°), il Reggimento “Piemonte Cavalleria (2°), il Reggimento “Lancieri di Novara” (5°), le Città di Pompei, Messina ed Alessandria, l’11°Reggimento Bersaglieri, il 9° Reggimento Paracadutisti “Col Moschin”, l’8° Reggimento Alpini, il 13° Reggimento Carabinieri “Friuli Venezia Giulia”, il Corpo dei Vigili del Fuoco di Alessandria.

L’Associazione conferisce anche la Medaglia d’Onore, concessa 18 volte a Personalità ed Enti morali di otto paesi (Argentina, Bulgaria, Francia, Germania, Italia, Jugoslavia, Russia e Vaticano), ed il Premio Internazionale per la Pace “Principessa Mafalda di Savoia”, concesso a personalità ed enti morali di dodici Paesi (Azerbaigian, Belgio, Capo Verde, Egitto, Etiopia, Francia, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito, Russia, Svizzera e Ungheria) e la “Targa per la Pace”.

Altri premi e riconoscimenti che vengono concessi dall’Associazione sono: il Premio della Carità Regina Elena, il Premio Beata Regina Maria Cristina, il Premio Venerabile Regina Maria Clotilde, il Prix International pour les actions en faveur de l’enfance, il Premio Internazionale per il Patrimonio, il Premio Ammiraglio Antonio Cocco, il Premio Barone Roberto Ventura.

Tutte le attività che l’Associazione svolge sono possibili solo grazie al lavoro dei propri volontari e alla generosità di tante persone.