Genova: come aiutare

Il centro civico Buranello, dove sono radunati gli sfollati, fa sapere di non aver bisogno al momento di niente (nè cibo, nè vestiti, nè articoli di igiene, ecc.). Già organizzati i primi appuntamenti della solidarietà: venerdì 17 dalle ore 16 presso “Il Pollicino” in via San Bartolomeo della Certosa 11, saranno distribuiti alle famiglie che non possono rientrare nelle proprie abitazioni indumenti per bambini, biscotti, omogeneizzati, giocattoli.

Genova: presente il Cardinale Bagnasco

Ieri l’Arcivescovo di Genova ha dichiarato subito dopo il crollo: “La diocesi offrirà ospitalità iniziale a tutti gli sfollati. Le tradizionali feste che accompagnano l’Assunta, organizzate dalle parrocchie o anche da enti locali sono state tutte sospese”.

Il Cardinale Angelo Bagnasco si è recato all’Ospedale San Martino per fare visita ai superstiti e per rendere omaggio alle vittime ed ai familiari, radunati nelle camere mortuarie. Quindi si è recato nella chiesa dell’Ospedale, ha impartito la benedizione ai feretri e si è trattenuto con i familiari presenti. Infine, si è recato alle camere mortuarie, dove vengono composte le salme delle vittime. L’Arcivescovo ha rivolto parole di incoraggiamento e di conforto a chi nel tragico crollo ha perso un parente, un amico.

Solennità dell’Assunta

In questi giorni di vacanza per molti – purtroppo non per tutti – è giusto che si ritrovi ciò che davvero conta nella vita, ma non dimentichiamo gli ammalati e anche chi soffre di solitudine.

Valdieri ci accoglierà domenica 26 agosto per la 29^ volta nella stupenda pineta di Sant’Anna per festeggiare Sant’Elena.

Genova

lutto-genova-52fe2dcb3157d

Per solidarietà con le vittime del dramma e con le loro famiglie, sono state annullate tutte le feste organizzate per Sant’Elena. Gli eventi saranno sostituiti con S. Messe in suffragio delle vittime.

Genova

L’associazione si stringe attorno alla popolazione di Genova per l’immane tragedia che l’ha colpita oggi e assicura unione di preghiera, solidarietà e vicinanza alle famiglie delle vittime mentre augura una pronta guarigione ai feriti.

Nessun socio, volontario o amico dell’associazione è rimasto coinvolto.

Ci auguriamo che nessun fatto simile si ripeta in futuro che questa tragedia sia di monito perpetuo a tutti coloro sui quali grava la responsabilità dell’approvazione dei progetti di ingegneria civile o la direzione e l’esecuzione dei servizi di manutenzione di ogni infrastruttura.