Archivi categoria: Senza categoria

Associazione Internazionale Regina Elena

IL GIORNALISTA ANGELO CIMAROSTI VINCITORE

DEL III PREMIO GIORNALISTICO NAZIONALE “LA ROSA D’ORO”

Si è svolta il 4 settembre a Milano, nella splendida cornice di San Lorenzo Maggiore, la cerimonia di premiazione del III Premio giornalistico nazionale “La Rosa d’Oro” organizzato dall’Associazione Internazionale Regina Elena Odv.

La giuria del premio, presieduta da Ilario Bortolan, presidente nazionale del sodalizio fondato 35 anni fa, e composta dai giornalisti: Monica Andolfatto, Domenico Bonaventura, Andrea Pastore, Michele Zizza e dal Prof. Claudio Melchior dell’Università degli Studi di Udine, ha espresso il proprio parere su articoli e servizi giornalistici della carta stampata e radio televisivi vertenti le seguenti tematiche: l’Italia e gli italiani all’estero, new media e comunicazione istituzionale.

Il vincitore dell’edizione 2020 è stato il giornalista Angelo Cimarosti, coordinatore giornalistico gruppo MediaNordest.it, con un servizio televisivo dal titolo: “Nemico di un tempo, torna a casa in pace”, trasmesso dall’emittente televisiva Antenna Tre, seguito al secondo posto da Lorella Salce, responsabile comunicazione, stampa e relazioni esterne degli Istituti Fisioterapici Ospedalieri di Roma, con il video: “Come funzionerà il vaccino contro il Corona Virus?” e terzo classificato il giornalista Giulio Mola, responsabile delle pagine sportive del quotidiano “Il Giorno” con un articolo dal titolo: “Brividi, febbre, fame d’aria. Io e l’incubo di 26 giorni” pubblicato dal quotidiano per cui scrive.

Consegnate anche tre menzioni speciali alla comunicazione istituzionale: all’Università degli studi di Milano “la Statale”, alla sanità Alpina – Gruppo Intervento Medico Chirurgico Alpino per la Protezione Civile e all’Ordine di San Michele dell’Ala.

Alla cerimonia, presentata dall’attrice Martina Valentini Marinaz, hanno preso parte numerose autorità civili, militari e religiose tra le quali: il Consigliere Regionale Lombardia e presidente commissione regionale attività produttive, istruzione, formazione e occupazione, Gianmarco Senna, il Comandante del Corpo d’Armata Italiano di Reazione Rapida della NATO, Generale di Corpo d’Armata Guglielmo Luigi Miglietta, Monsignor Luca Bressan, Vicario Episcopale della Diocesi di Milano per la Cultura, la Carità, la Missione e l’Azione Sociale, in rappresentanza dell’Arcivescovo, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia Alessandro Galimberti, il Console Onorario del Portogallo Daria Pesce, il Sen. Gabriele Albertini in qualità di presidente dell’Istituto Maria Pia di Savoia Regina del Portogallo, il Barone Guglielmo Guidobono Cavalchini in rappresentanza dell’Ordine di Malta, il Nobile Giuseppe Rizzani in rappresentanza dell’Ordine Costantiniano di S. Giorgio, il Dr. Alberto Casirati, Direttore dell’agenzia stampa “Tricolore”.

Per la giornata hanno fatto pervenire i loro messaggi, di cui si è data lettura, il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, della Regione Liguria Enrico Toti, della Regione Basilicata Vito Bardi e il presidente internazionale dell’Associazione, il Principe Sergio di Jugoslavia.

Il premio giornalistico – ha tenuto a dire il presidente Bortolan nel suo intervento – vuole essere un nostro contributo alla tutela della corretta informazione e alla lotta alla disinformazione, l’illegalità e le mafie sotto tutte le forme”. Bortolan ha voluto ringraziare tutte le autorità che non hanno potuto raggiungere Milano che, tuttavia, hanno inviato il loro plauso per l’iniziativa: il Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, del Parlamento Europeo David Sassoli e i sindaci di Cascais, Lisbona, Palermo, Roma e Valdieri.

Il Delegato nazionale ai rapporti istituzionali e alla comunicazione, Biagio Liotti ha aggiunto “Crediamo fermamente in questo genere di iniziative perché è anche un dovere associazionistico dare spazio all’informazione e alla corretta informazione in particolare, ancor di più dare la possibilità ai fruitori dell’informazione e della comunicazione di confrontarsi con esperti del settore”.

Il Premio, che ha cadenza annuale, organizzato dalla Delegazione nazionale ai rapporti istituzionali e alla comunicazione dell’associazione, è stato ospitato a Roma per le prime due edizioni, mentre per la terza i vertici del sodalizio hanno individuato eccezionalmente Milano con lo scopo di manifestare concretamente la solidarietà al capoluogo della regione italiana più colpita dall’emergenza Covid-19.

2020 Milano, 4 settembre
2020 Milano, 4 settembre
Consegna del Premio a Giulio Mola
Consegna del Premio a Giulio Mola
Consegna del Premio a  Lorella Salce
Consegna del Premio a Lorella Salce
Consegna del premio "Ventura" alla Delegazione ai rapporti istituzionali e alla comunicazione.
Consegna del premio “Ventura” alla Delegazione ai rapporti istituzionali e alla comunicazione.

La Valle Gesso ricorda

Dal 4 al 10 settembre è in programma un calendario di eventi per ricordare i drammatici giorni tra il 9 settembre e il 13 settembre 1943 quando, circa mille ebrei, concentrati a Saint-Martin-Vésubie, salirono i sentieri che conducevano al Colle di Finestra (m. 2474) ed al Colle di Ciriegia (m. 2543), per sfuggire. Profughi da tutta Europa, tra cui bambini di pochi mesi ed anziani, scesero in Valle Gesso alla ricerca di un rifugio, ma per 340 di loro il tragico epilogo fu la deportazione in campo di concentramento. Domenica 6 settembre escursione al Colle di Ciriegia sul quale, alle ore 12 si svolgerà un incontro internazionale.

 

Mattmark (Svizzera)

Il 30 agosto 1965, nell’Alto Vallese, 2 milioni di metri cubi di ghiaccio e detriti si staccarono dal ghiacciaio Allalin, travolgendo in meno di 30 secondi le baracche, la mensa e le officine del cantiere di Mattmark. Il crollo provocò la morte di 88 persone, di cui 65 straniere. La catastrofe segna indelebilmente la recente storia migratoria della Svizzera. Per la prima volta i migranti muoiono sul luogo di lavoro accanto a lavoratori svizzeri. Delle 88 vittime, 56 sono italiane, 23 svizzere, 4 spagnole, 2 tedesche, 2 austriache e 1 apolide.

 

 

Sant’Anna di Valdieri (CN)

XXXI Festa di Sant’Elena a Sant’Anna di Valdieri. S. Messa presieduta dal Vescovo emerito di Cuneo e Fossano, S.E.R. Mons. Giuseppe Cavalotto. Presenti le LL.AA.RR. la Principessa Reale Maria Pia di Savoia, decano della dinastia, ed i Principi Michele e Sergio di Jugoslavia accompagnato dal Delegato generale, il Vice Presidente Vicario, accompagnato da tre Delegati nazionali e di numerosi delegati e fiduciari; il Prefetto, il Vice Questore, Sindaci di Valdieri, Boves, Verzuolo e di altri comuni ed Assessore di Cuneo con fascia e di Entracque, Presidente del Parco naturale Alpi Marittime, Ordine di Malta e CISOM con bandiera, Consigliere generale della Fondazione CRC, autorità civili, militari e religiose, CRI, Carabinieri, Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Protezione civile, Soccorso alpino, CAI, dirigenti e soci di Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Campania, Sicilia, Principato di Monaco, Francia e Romania.

 

Tenda e Ventimiglia

Oggi abbiamo ricordato Onorato I Lascaris di Ventimiglia, Conte di Tenda e Ventimiglia, nato a Tenda nel 1420 circa, che studiò all’Università di Montpellier; fu nominato Gran Ciambellano, vicario di Marsiglia e Arles, Signore di Châteauneuf-Grasse e La Garde-lès-Grasse. Nel 1469 governò tutto il Ponente ligure ed occupò il Marchesato di Finale, in qualità di tutore del giovane cugino Galeotto II del Carretto.

Libertà di religione

Nella Giornata internazionale di commemorazione delle vittime di atti di violenza basati sulla religione o sul credo, rendiamo omaggio a chi ha perso la vita e a chi è vittima di aggressioni, minacce e persecuzioni a causa della propria religione o del proprio credo.

Gli attacchi contro persone per motivo della loro religione o del loro credo, così come le violenze perpetrate con il pretesto di una dottrina o di prescrizioni o pratiche religiose, sono inaccettabili.

 

Giornate azzurre europee

Le Giornate Azzurre Europee previste per lo scorso mese di aprile sono confermate dal 18 al 20 settembre in Savoia, con numerosi appuntamenti istituzionali, spirituali, culturali, caritatevoli ed ambientali, con autorità di diversi paesi europei, nel rispetto di tutte le norme sanitarie. Le prenotazioni sono obbligatorie entro il 5 settembre, presso la propria delegazione nazionale.

 

 

Ricordo

Oggi ricordiamo dei quattro capitani piloti scomparsi nei cieli ascolani il 19 agosto 2014 sui Tornado: Alessandro Dotto, Paolo Piero Franzese, Giuseppe Palminteri, Mariangela Valenti.