Tutti gli articoli di Admin

Strage di Viareggio

Oggi ricorre l’anniversario della strage di Viareggio e, come ogni anno, l’associazione ha ricordato l’evento drammatico nel rispetto delle norme sanitarie e di sicurezza. Quel 29 giugno 2009 un ragazzo di 16 anni riesce ad uscire dalle macerie dell’abitazione di via Ponchielli, ma si accorge che la sorellina è rimasta all’interno e torna indietro, si butta tra le fiamme per salvarla ma muore. Sarà il primo destinatario del premio nazionale dei Vigili del fuoco “Angelo del soccorso”.

Afghanistan

Tutto ha avuto inizio il 30 dicembre 2001, due mesi dopo gli attentati alle Torri Gemelle. L’operazione era stata autorizzata dal consiglio di sicurezza dell’ONU. Nell’ambito della missione Isaf, la NATO aveva assegnato all’Italia il controllo della regione attorno ad Herat. Oggi una cerimonia ha messo un termine definitivo a questa esperienza ed il Tricolore è stato ammainato dopo quasi vent’anni, ma l’Afghanistan non ha trovato ancora la pace. Gli ultimi 500 soldati italiani sono rientrati e resteranno soltanto alcuni militari impegnati a smontare le ultime strutture. In Afghanistan lasciamo il ricordo di 53 soldati caduti nella provincia di Herat e a Kabul. Il 3 ottobre 2004 il nostro primo caduto: si chiamava Giovanni Bruno.

L’associazione ha effettuato 14 missioni umanitarie per l’Afghanistan dal febbraio 2004, per un valore complessivo di 241.808,02 euro, tramite il 13° Rgt. Carabinieri, il 132° Rgt. Artiglieria, il 5° Rgt. Art “Lrz”     Superga di Portogruaro (VE), il 3° Rgt. Artiglieria da Montagna di Tolmezzo (UD), il 3° Reggimento Alpini, l’8° Reggimento logistico di manovra Carso di Remanzacco (UD) e la Brigata paracadutista “Folgore”.