Tutti gli articoli di Admin

Buona Pasqua

auguri-pasqua-2018

Formuliamo di cuore l’augurio pasquale con le parole di sant’Agostino:

“La risurrezione del Signore è la nostra speranza”.

Con questa affermazione, il grande Vescovo spiegava ai suoi fedeli

che Gesù è risorto perché noi, pur destinati alla morte, non disperassimo

pensando che con la morte la vita sia totalmente finita;

Cristo è risorto per darci la speranza.

Benedetto XVI

Pellegrinaggio a Vicoforte

Un pellegrinaggio è programmato per domenica 15 aprile, presso il Santuario di Vicoforte (CN), nell’81° anniversario della consegna della “Rosa d’oro della Cristianità” alla Regina Elena, con S. Messa alle ore 11.

Sarà una giornata di preghiera, di meditazione e di riflessione, lontani da mantelli e medagliette di ogni tipo. 

Sin dalla sua fondazione, l’associazione ha curato la formazione continua, nel rispetto del credo di ciascuno, dei propri membri e volontari che sono poi chiamati a svolgere volontariato, in Italia ed all’estero in ospedali, interventi in calamità naturali o emergenze umanitarie.

In preparazione al pellegrinaggio a Vicoforte desidero ricordare lo spirito che anima il nostro impegno: non è una gita qualunque, non è un viaggio turistico, non è un esercizio culturale o storico, non è un divertimento, ma è la risposta categorica agli inviti della Madonna.

E’ essenziale che a fondamento di ogni pellegrinaggio, non importa quanti impegni abbiamo, ci sia spazio per la preghiera personale. E dopo l’incontro, per quanto intenso possa essere stato, ciò che conta è cosa rimane e cosa portiamo a casa.

Buon Pellegrinaggio!

Gesto eroico

Ancora una volta l’azione criminale da parte di un giovane di origine magrebina, attratto da prospettive jihadiste, ha seminato morte e sconcerto nel sud della Francia, prendendo in ostaggio alcuni sventurati clienti di un supermercato. Ma abbiamo avuto anche un esempio luminoso di onore, di dovere, di abnegazione e di  difesa della vita a prezzo della propria da parte del Ten. Col. Arnaud Beltrame della Gendarmeria, che si è offerto al posto di una donna in ostaggio del terrorista. Ferito gravemente durante l’attacco, è deceduto alcune ore dopo. Lo ricorderemo, e con lui la sua famiglia e quelle delle altre vittime dell’attentato, domani, domenica delle Palme. Chiederemo, attraverso la preghiera, la capacità di proteggere tutti dalle derive estremistiche e la grazia, per ognuno di noi, di perseguire la giustizia e la pace.

 

Commemorazioni

L’associazione ha partecipato a Bruxelles (Regno del Belgio) alle commemorazioni delle vittime della strage terroristica del 22 marzo 2016 ed ha nuovamente espresso sentimenti di dolore e di partecipazione a S.M. il Re Filippo ed al popolo belga.

 

San Giuseppe

Giovanni XXIII ha dedicato il 19 marzo alla commemorazione di San Giuseppe. Nella Cappella Sistina possiamo ammirare un’immagine di San Giuseppe densa di significato. È dipinto vicino alla Vergine, con la croce, a indicare che è stato il padre putativo di Gesù. Il volto, però, è nascosto, così come nascosta e silenziosa fu per trent’anni la sua vita insieme al Figlio di Dio.

Omaggio

L’associazione rende omaggio a Mario Ziccardi, l’ultimo sopravvissuto della strage di Marcinelle, richiamato a Dio oggi proprio nella Giornata dell’Unità nazionale. Tutti gli anni l’8 agosto e in molte altre visite ed omaggi alle vittime della miniera, Mario Ziccardi era presente e con lui tutti coloro che sono morti nel 1956.

 

Onorare tutte le vittime

Si parla molto del rapimento e della morte di Aldo Moro da parte delle Brigate Rosse 40 anni fa ma si dimentica troppo spesso che vennero uccisi tutti i componenti della scorta: i Carabinieri Oreste Leonardi e Domenico Ricci, ed i tre poliziotti, Raffaele Iozzino, Giulio Rivera e Francesco Zizzi, ai quali rivolgiamo un pensiero commosso e una preghiera.

Cordoglio

Abbiamo appreso con viva commozione del decesso del Gen. C.A. Riccardo Bisogniero, già Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri e Capo di Stato Maggiore della Difesa, che ha servito l’Italia in guerra ed in pace, con onore, coraggio e dedizione.

Rispettare la Storia

Siamo stati informati, con stupore, di un’iniziativa per ricordare i caduti tedeschi della Seconda Guerra Mondiale a Cassino oggi, proprio alla vigilia dell’anniversario del bombardamento della città laziale, il 15 marzo 1944. Anche se il progetto pretende di voler riconciliare e di non avere valenza politica, l’evento pubblico è inopportuno e grave e deve essere annullato nel rispetto di tutte le vittime della battaglia di Montecassino. Non serve nessuna stele per ricordare i fatti di guerra di cui i nazisti si sono macchiati, né nel posto di comando del capitano dei paracadutisti nazisti Ferdinand Foltin, né in altro luogo. La storia deve essere onorata ma è necessario un metodo scientifico per evitare anche eventuali strumentalizzazioni.

ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE REGINA ELENA ONLUS

CHIESA DI S. CATERINA A CHIAIA IN NAPOLI

XIX PREMIO VENERABILE REGINA MARIA CLOTILDE

premio-maria-clotilde-2018

L’Associazione Internazionale Regina Elena Onlus ha organizzato con la Comunità napoletana del Terzo Ordine Francescano una solenne cerimonia nella chiesa di S. Caterina a Chiaia nell’anniversario del richiamo a Dio della Venerabile Maria Clotilde.
Mercoledì 7 marzo, nell’ambito di una giornata di attività benefiche, culturali ed apolitiche a Napoli (con donazione di oltre 10 tonnellate di viveri a strutture di Pompei e alla mensa di S. Francesco a Napoli, consegnate personalmente da S.A.R. il Principe Sergio di Jugoslavia). Come ogni anno l’Associazione Internazionale Regina Elena Onlus ha organizzato con la Comunità napoletana del Terzo Ordine Francescano una solenne cerimonia nella bellissima chiesa di S. Caterina a Chiaia, nell’anniversario del richiamo a Dio della Venerabile Maria Clotilde di Borbone di Francia, Duchessa di Savoia, Regina di Sardegna e Terziaria Francescana.

Nata in Francia nel 1759, Maria Clotilde si spense in esilio a Napoli il 7 marzo 1802 e, secondo le sue volontà, fu tumulata nella cappella della “Buona Pastora”, nella chiesa di S.Caterina a Chiaia, in una tomba restaurata nel 1933 a spese del figlio della Regina Elena, Umberto di Savoia. Tre mesi dopo la morte della consorte, Re Carlo Emanuele IV abdicò e si ritirò a Roma, nella chiesa dei Gesuiti di Sant’Andrea al Quirinale, dove morì e fu sepolto nel 1819. Il 10 aprile 1808, appena sei anni dopo la morte, Maria Clotilde di Borbone venne dichiarata Ve- nerabile e se ne iniziò la causa di beatificazione.

La celebrazione ha avuto luogo in suffragio della Venerabile, che tanto bene fece alla popolazione napoletana malgrado la sua situazione economica e di salute fosse così disagiata. Il Sacro Rito è stato presieduto dal M.R.P. Calogero Favata. In conclusione, è stato consegnato il XIX Premio Venerabile Maria Clotilde, istituito a Napoli dall’Associazione Internazionale Regina Elena Onlus e dal Terzo Ordine Francescano il 7 marzo 2000, in occasione del Gran Giubileo.

Il premio 2018 è stato conferito alla Luogotenenza per l’Italia Meridionale Tirrenica dell’Ordine Equestre del S. Sepolcro di Gerusalemme e consegnato al Luogotenente, S.E. Cav. di Gran Croce Prof. Dott. Giovanni Battista Rossi, che ha preso la parola per ringraziare a nome del Cardinale Gran Maestro. Erano presenti la delegazione della Città di Pompei con il Gonfalone, il Gen. B.A. Enrico Degni, Comandante dell’Accademia Aeronautica; il Vi- ce Comandante della Capitaneria di Porto, Mons. Alfonso Punzo, il Conte Agostino Caracciolo di Torchiarolo, Presidente del Circolo Nazionale dell’Unione di Napoli; il Cav. Gr. Cr. Dr Pietro Confessore D’Introna, il Gr. Uff. Dr. Eduardo Sangiovanni; il Comm. Prof.Domenico Sodano; il Cav. Gr. Cr. Dott. Carlo Pubblico, il Gr. Uff. Avv. Raffaele Grimaldi, il Comm. Prof Luigi Ramunno, il Comm. Dott. Roberto Ficuciello, il Comm. Avv. Paolo Sautto, la Dama Maria Esposito, la Dama Brigida Pappalarado, il Comm. Rodolfo Armenio, l’Uff. Franco Mario, il Cav. Ettore Araimo, Gino Morelli, Tina Barone, Gennaro Mivallia, la Croce Rossa Italiana, l’IRCS, l’Opera Principessa di Pie- monte. La delegazione del Circolo partenopeo “Beata Maria Cristina” di Tricolore era cappeggiata dal Comm. Orazio Mamone.

La delegazione dell’Associazione Internazionale Regina Elena era guidata da S.A.R. il Principe Sergio di Jugoslavia, Presidente Internazionale, accompagnato dal Dr. Alessandro D’Acquisto, Presidente nazionale onorario, dal Gr. Uff. Ilario Bortolan, Presidente nazionale e dal Gr. Uff. Gen. D. (r) Giovanni Albano, Vice Presidente nazionale. Da notare le delegazioni della Consulta, con il Segretario Dr. Francesco Collonesi, e il Comitato, guidato dal Vice Presidente Dr. Giuseppe d’Annibale, del Premio “Tutela del patrimonio e delle tradizioni napoletane” dell’Associazione Internazionale Regina Elena (presenti tutti i componenti ad eccezione della Presidente Dora Viscione, purtroppo malata).

Tra i messaggi quello del Presidente d’Onore, S.E. il Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele di Villabianca Barone di Culcasi, Presidente della Fondazione Roma, impegnato all’estero.
Al termine della S. Messa l’assemblea ha tributato un lungo applauso al Coro Polifonico di Santa Caterina a Chiaia, presieduto da Amedeo Finizio, con direttore Marco Scialò ed organista Livio De Luca che ha accompagnato con suggestivi brani sacri la solenne cerimonia religiosa annuale.